aliment e gravidanzaCasella di testo: Dr Mirko Romeo 
Biologo Nutrizionista
romeoNutrizione.it

 

La dieta comincia dal bicchiere

 

Quando si parla di dieta, quasi sempre l’immaginazione corre al cibo, senza pensare che l’alimentazione umana è composta da un’altra categoria fondamentale: le bevande.

Questa 
distrazione può costare cara in termini di dimagrimento. Spesso, infatti, si tende a prestare estrema attenzione alle calorie contenute negli alimenti, dimenticando però di calcolare quelle contenute nei liquidi, che si bevono senza limitazioni pensando che non influiscano sul peso. Niente di più sbagliato!

Una recente ricerca statunitense, condotta da nutrizionisti di fama internazionale come Barry Popkin e Walter Willett, ha preso in esame il ruolo delle bevande nell’alimentazione umana. 
Dai dati è emerso che le bevande costituiscono la fonte del 21% delle calorie quotidiane, e che la crescente diffusione di bibite dolcificate, associata all’aumento delle porzioni medie (da 400 a oltre 600 ml), comporta un accumulo di circa 300 calorie in eccesso al giorno.
Ciò significa, in conclusione, che gli errori nella scelta di cosa bere e in quali quantità sono una delle principali concause del sovrappeso.

Per far fronte al problema, gli esperti hanno stilato una sorta di «piramide del bere», che rappresenta una guida utile ed efficace per una corretta scelta delle bevande da inserire nella dieta quotidiana. Partendo dal presupposto che le bevande non dovrebbero fornire più del 10% delle calorie giornaliere totali, e che almeno il 60% di esse dovrebbe essere privo di calorie, la quantità di liquidi da introdurre nell’arco della giornata dovrebbe essere di circa 3 litri, così suddivisi:

 

· 600-1500 ml di acqua, che ha zero calorie ed è ricca di minerali

 

· 0-1200 ml di tè e caffé non zuccherati, che garantiscono un buon apporto di antiossidanti e riducono il rischio cardiovascolare.

 

· 0-480 ml di latte parzialmente scremato o scremato, ricco di calcio e vitamina D ma dall’apporto calorico elevato.

 

· 0-960 ml di bevande dolcificate dietetiche, da sostituire eventualmente a tè e caffè, per soddisfare la voglia di bibite senza introdurre calorie.

 

· 0-240 ml di succhi di frutta al 100%.



Alcolici e bevande gassate dolcificate sarebbero da evitare, ma la tabella indica comunque i limiti consentiti: 360 ml di birra, 150 di vino.

Seguendo queste indicazioni, e prestando comunque attenzione all’alimentazione, il dimagrimento in vista dell’estate è assicurato.

Alimentazione e gravidanza

Rettangolo arrotondato: Torna in forma
Rettangolo arrotondato: Home
Rettangolo arrotondato: Il peso ideale
Rettangolo arrotondato: Intolleranze
Rettangolo arrotondato: Impedenza
Rettangolo arrotondato: Chi sono
Rettangolo arrotondato: Contatti

Supporto psicologico

Casella di testo: Agopuntura e 
calo di peso